Leader ai tempi del Coronavirus #3: mettici la faccia

14 Aprile 2020

Viviamo un momento davvero sfidante. Una situazione inedita, da affrontare senza l’ausilio di esperienze passate, semplicemente perché una crisi del genere, provocata da un avversario infido ed imprevedibile come questo virus, non ha precedenti. 

Chi come noi è imprenditore, manager o professionista, si trova nella condizione di dover imbastire una strategia senza i consueti riferimenti. Come navigatori in mare aperto, cerchiamo di interpretare i venti e l’umore del mare, scrutando all’orizzonte i possibili approdi.

C’è solitudine, certo. E al contempo, oggi più che mai è importante esserci, metterci la faccia, mantenere e coltivare relazioni strategiche che in prospettiva ci permetteranno di ripartire con determinazione verso nuove conquiste.

Una delle qualità più preziose del leader, qualunque sia lo stile di leadership impiegato, è l’empatia: la capacità, cioè, di mettersi nei panni dell’altro. “L’altro” oggi sono i dipendenti, i collaboratori, i clienti, i fornitori, gli stakeholder. Tutti, come noi, alle prese con le incognite del presente che si proiettano sul futuro. Alcuni tra loro stanno certamente reagendo con forza e con coraggio; altri invece forse sono paralizzati dalle paure.

Proprio per questo sei chiamato a mantenere il tuo ruolo di riferimento. Esserci, metterci la faccia, è più importante oggi di quanto lo sia mai stato in passato. Fallo, con tutti gli strumenti che ti sono offerti dalla tecnologia o anche solo con una telefonata. E usa questi momenti di comunicazione anche per ascoltare, osservare, comprendere, oltre che per trasmettere il tuo pensiero che saprà certamente infondere serenità e fiducia.

È faticoso? Forse, sì. Tempo perso? Certamente no. Non lo sarà per i tuoi interlocutori, che anzi apprezzeranno il tuo atteggiamento. E sarà un’occasione di crescita anche per te.

Infonderai e trarrai motivazione, rafforzando il tuo ruolo di leader. La premessa migliore per lanciarti con i tuoi alleati, appena questa parentesi si sarà chiusa, verso nuovi obiettivi sfidanti.